Dal 3 Ottobre al Teatro Ciak di Roma la Stagione Teatrale 2019/2020

Dopo il grande successo dello scorso anno, con circa 25mila spettatori in pochi mesi, il Teatro Ciak di Roma è pronto a ripartire con una nuova stagione ricca di novità.

Nato lo scorso novembre, dopo un impegnativo restauro che l’ha trasformato da cinema in una modernissima sala teatrale con 400 poltrone e un bistrot, il Teatro di Via Cassia si è da subito imposto come nuovo polo culturale per la Capitale e anche quest’anno propone un programma vario e di grande interesse. Dalle commedie ai classici del Giallo sul palco si alterneranno grandi protagonisti con spettacoli adatti ai giovani, alle famiglie e ad un pubblico più adulto.

La passata stagione ci ha dato grandi soddisfazioni – dice il Direttore Michele MontemagnoCirca 25.000 spettatori paganti in pochi mesi per un nuovo Teatro che non esisteva sono un piccolo miracolo! La campagna abbonamenti di quest’anno è partita benissimo – continua – e la maggior parte del nostro pubblico sta scegliendo l’abbonamento completo con tutti gli spettacoli in cartellone. Credo si stia premiando la qualità delle compagnie che ospiteremo: le produzioni dello Stabile del Giallo, così come Romeo e Giulietta di Gianni Clementi, La Cena delle belve o Il Majorana Show, sono tutte produzioni con cast molto numerosi e attori bravissimi anche se privi dei fatidici “nomi” famosi di richiamo. Questo credo sia un segnale importantissimo perché la qualità premia sempre…”.

Si parte il 3 ottobre con ROMEO E GIULIETTA, L’Ultrà e L’Irriducibile, scritto e diretto da Gianni Clementi, testo in versi che segue le linee guida del classico shakespeariano ma usa un linguaggio decisamente popolare. Una storia “coatta”, che vive in una Roma periferica, dove i ragazzi guardano alla domenica calcistica, alla loro fede sportiva, come il fine ultimo della loro esistenza.

Sarà poi il turno dello Stabile del Giallo che nel corso della stagione propone ben quattro titoli, ovvero NODO ALLA GOLA, di Patrick Hamilton per la Regia di Raffaele Castria, DELITTO PERFETTO (Dial “M” for Murder) di Frederick Knott, per la regia di Anna Masullo che sarà in scena durante le festività natalizie e LA SCALA A CHIOCCIOLA, di Ethel Lina White, sempre per la regia di Anna Masullo. Un quarto spettacolo di genere “noir” chiuderà la stagione, titolo ancora da definire.

Sarà poi la volta de LA CENA DELLE BELVE, di Vahè Katchà. Elaborazione drammaturgica di Julien Sibre, versione italiana di Vincenzo Cerami, regia di Julien Sibre e Virginia Acqua. E poi QUARTET, di Ronald Harwood, per la regia di Patrick Rossi Gastaldi che vedrà il grande ritorno sul palcoscenico del Teatro Ciak di Giuseppe Pambieri in compagnia di Paola Quattrini, Cochi Ponzoni ed Erica Blanc.

Grande attesa per POTTED POTTER, TUTTI I 7 LIBRI DI HARRY POTTER IN 70 MINUTI, con Davide Nebbia e Mario Finulli, produzione londinese reduce dal grande successo di Milano che ha scelto proprio il Teatro Ciak per esibirsi a Roma per la prima volta.

E ancora un altro grande ritorno con il grande Maurizio Micheli, interprete di UOMO SOLO IN FILA per la regia di Luca Sandri, mentre Nino Formicola e Max Pisu saranno i protagonisti de LA CENA DEI CRETINI, di Francis Veber per la regia di Nino Formicola. Si prosegue con IL MAJORANA SHOW di Claudio Pallottini, per la regia di Marco Simeoli e la supervisione artistica di Gigi Proietti e NOTTE DI FOLLIA, da Nuit d’ivresse di Josiane Balasko, regia Antonio Zavatteri con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio.

Dal 20 settembre, inoltre, inizieranno le lezioni di prova gratuite per la nuova scuola di recitazione.

Il Teatro Ciak ha da poco iniziato la sua campagna abbonamenti. Per tutte le informazioni sugli spettacoli si può consultare il sito del http://www.teatrociakroma.it o il botteghino dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Tel. 0633249268.

Di seguito tutti i dettagli della programmazione:

Dal 3 Ottobre al 13 Ottobre 2019

ROMEO E GIULIETTA, L’Ultrà e L’Irriducibile, scritto e diretto da Gianni Clementi con Enzo Ardone, Alessio D’amico, Giulia Fiume, Edoardo Frullini, Federico Maria Galante, Federico Le Pera, Daniele Locci, Gianmarco Vettori, Luca Paniconi, Simone Pulcini, Luna Romani, Kabir Tavani, Daniele Trombetti con la partecipazione straordinaria di Stefano Ambrogi.

Romeo l’ultrà e Giulietta l’irriducibile. Un titolo che prende solo a prestito i due appellativi Ultrà e Irriducibile (come fece Shakespeare con i Montecchi e Capuleti) per indicare due fazioni opposte, annebbiate da un odio reciproco talmente radicato ed insensato, da sconfiggere la purezza e l’amore di due ragazzi. Un testo in versi, che segue le linee guida del classico shakespeariano ma usa un linguaggio decisamente popolare, in fin dei conti una storia “coatta”, che vive in una Roma popolare, periferica, dove i ragazzi guardano alla domenica calcistica, alla loro fede sportiva, come il fine ultimo della loro esistenza.

dal 17 Ottobre al 03 Novembre 2019

NODO ALLA GOLA, di Patrick Hamilton con la Regia di Raffaele Castria. Ispirato a un caso di cronaca nera (il delitto Leopold-Loeb) e tratto da un lavoro teatrale (1929) di Patrick Hamilton, Nodo alla gola rimane uno dei film più innovativi e coraggiosi mai realizzati da Sir Alfred Hitchcock. Nodo alla gola è tante cose, un’esperienza teatrale onirica e terribile, in cui il tema dell’occultamento, in un’atmosfera quasi fatua, dandy, umoristica, rivela l’abisso, l’orlo del baratro della coscienza. Il pubblico vede ciò che gli occhi dei personaggi non possono vedere. Nodo alla gola è humor nero senza cadute di stile, uno spettacolo godibile a tutti i livelli, è un Hitchcock oscuro che dà vita a personaggi critici e sofferenti.

Dal 07 AL 10 Novembre 2019

LA CENA DELLE BELVE, di Vahè Katchà. Elaborazione drammaturgica di Julien Sibre, versione italiana di Vincenzo Cerami, regia di Julien Sibre e Virginia Acqua, con Marianella Bargilli, Francesco Bonomo, Maurizio Donadoni, Ralph Palka, Gianluca Ramazzotti, Emanuele Salce, Ruben Rigillo, Silvia Siravo. Nell’Italia del 1943, durante l’occupazione tedesca, un gruppo di amici festeggia in allegria il compleanno di uno di loro, per staccare la mente dalle tragedie della guerra. Il genio di Katchà ci dipinge senza compiacimento la natura umana, con un realismo crudo in cui l’ironia non è mai assente, e, di fronte all’orrore affrontato con derisione, lo spettatore ride molto di questi piccoli personaggi.

Dal 14 al 17 Novembre 2019

QUARTET, di Ronald Harwood, Regia di Patrick Rossi Gastaldi. Grande ritorno al Teatro Ciak di Giuseppe Pambieri in compagnia di Paola Quattrini, Cochi Ponzoni ed Erica Blanc. Una commedia ambientata in Italia, culla del bel canto, con protagonisti quattro grandi interpreti d’opera. Famosi, energici, irascibili e, insieme, divertenti, vivono ospiti in una casa di riposo. Cosa accade quando a queste vecchie glorie viene offerto di rappresentare per un galà il loro cavallo di battaglia, il noto quartetto del Rigoletto di Verdi “Bella figlia dell’amor”? Tra rivelazioni, confessioni, invenzioni ed il classico coup de théâtre, i quattro troveranno il modo non solo di tornare alle scene, ma di far ascoltare le loro voci, riscoprendosi giovani e gloriosi come un tempo. Un gioco teatrale e drammaturgico capace di far ridere, riflettere e commuovere.

Dal 21 Al 24 Novembre 2019

POTTED POTTER, TUTTI I 7 LIBRI DI HARRY POTTER IN 70 MINUTI, con Davide Nebbia e Mario Finulli, scritto da Daniel Clarkson e Jefferson Turner, regia di Richard Hurst, regista associato Simone Leonardi.

Potted Potter è l’unica esperienza potteriana non autorizzata – Una parodia di Dan e Jeff. L’intera saga letteraria di Harry Potter, inclusa una vera e propria partita di Quidditch come non l’hai mai vista prima, condensata in soli 70 minuti di puro divertimento. Non importa se non sai distinguere tra un horcrux e un Tassorosso, Potted Potter ti travolgerà! Dopo anni di tutto esaurito e una candidatura agli Olivier Awards nella categoria Best Entertainment and Family, Potted Potter arriva in Italia per la regia di Simone Leonardi e con un cast inedito composto dagli attori Davide Nebbia e Mario Finulli, giovani e talentuose promesse del panorama italiano con alle spalle esperienze internazionali.

Dal 14 Dicembre 2019 al 06 Gennaio 2020

DELITTO PERFETTO (Dial “M” for Murder) di Frederick Knott, Regia di Anna Masullo. Può un delitto essere perfetto? Anche il più sofisticato dei piani può incepparsi per un granello che scivola in un ingranaggio studiato, elaborato, costruito per lungo tempo. Ma se l’assassino avesse trovato la “chiave di volta” per portare a termine il suo diabolico disegno? Da un classico del Maestro del brivido: Alfred Hitchcock.

Dal 09 al 19 Gennaio 2020

UOMO SOLO IN FILA, altro grande ritorno al Teatro Ciak con il grande Maurizio Micheli, per la regia di Luca Sandri, Produzione del Teatro Franco Parenti di Milano. Al pianoforte Gianluca Sambataro.

In un posto che non si sa bene cosa sia e dove sia, c’è un uomo in coda, una coda invisibile, che non si sa perché e quando è cominciata, né quando finirà: forse mai. Gli uomini in fila dovranno pagare per qualche colpa commessa; una rata saltata, una multa dimenticata, una bolletta tardata, comunque un debito di cui dovranno rendere conto a qualcuno. Mentre attende in fila, Pasquale ripercorre la sua vita; pensa agli errori fatti, alle sue scelte, anche ideologiche. Pensa ai sogni franati, alle occasioni perdute, alle gioie e ai dolori.

Dal 23 Gennaio al 02 Febbraio

LA CENA DEI CRETINI, di Francis Veber, Regia di Nino Formicola Con Nino Formicola e Max Pisu.

Ogni mercoledì sera, un gruppo amici della Parigi bene, stanchi e annoiati, organizzano la cosiddetta “Cena dei Cretini”, dove saranno presenti ignari personaggi creduti stupidi, per riderne e farsene beffa tutta la sera. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Francois, il “cretino” di questa serata, invitato e scovato da Pierre, ribalterà la situazione passando da vittima… a carnefice! Riuscirà infatti a creare una serie di problemi a Pierre, arrivando persino a mettergli in crisi il matrimonio, in un crescendo di gags, malintesi e situazioni comiche paradossali ed esplosive. Scritta dal francese Francis Veber negli anni Novanta, “La cena dei cretini” è una delle commedie più celebri al mondo, diventata un cult dopo essere approdata al grande schermo nel 1998 per la regia dello stesso Veber. Una trama semplice ma di grande impatto comico… come si addice alle migliori commedie!

Dall’8 Febbraio al 01 Marzo

LA SCALA A CHIOCCIOLA, di Ethel Lina White, Regia di Anna Masullo.

Cosa accade quando il luogo in cui dovresti sentirti più al sicuro si trasforma in un incubo? La Scala a Chiocciola, racchiude tutti gli elementi che costringeranno lo spettatore ad assaporare, attimo dopo attimo, lo stesso terrore che la giovane protagonista vivrà nell’arco di un’intera notte. Una grande casa isolata e chiusa come una fortezza impenetrabile mentre il male è lì insieme a noi. Un serial-killer che attraverso un crudelissimo gioco psicologico spinge la sua vittima, gradino dopo gradino, nelle sue spire. L’eliminazione, uno dopo l’altro, di tutti i personaggi presenti nella casa. La catarsi finale che arriverà da una direzione inaspettata e forse ancor più sorprendente dell’identità stessa dell’assassino. Non adatto ai deboli di cuore!

Dal 5 all’8 Marzo

IL MAJORANA SHOW di Claudio Pallottini, regia di Marco Simeoli,

supervisione artistica Gigi Proietti con Edoardo Baietti, Andrea Bianchi, Sebastiano Colla, Nicola D’Eramo, Andrea Giuliano, Elena Lo Forte, Stefano Messina, Claudio Pallottini, Cristina Pellegrino, Cristina Pensiero, Carlotta Proietti, Marco Simeoli.

Nel marzo del 1938 Ettore Majorana s’imbarca sul postale Napoli-Palermo, dopo aver espresso il proposito di suicidarsi. Da quel momento di lui non si saprà più niente. È il fisico più geniale della sua generazione: è uno dei ragazzi di via Panisperna. Appena prima, o forse immediatamente dopo, aver scoperto come innescare la bomba atomica, Ettore Majorana sparisce. Si è trattato di una scomparsa o di un suicidio? Ancora oggi l’interrogativo rimane aperto e desta interrogativi pressanti sul ruolo della scienza e dei sui limiti. Domande che lo spettacolo teatrale pone in risalto riuscendo nella difficile impresa di far ridere gli spettatori facendoli riflettere. Sul palco, trasformato in uno studio televisivo, il presentatore di un popolare talk show ricostruisce la vicenda e la personalità di Ettore Majorana, in un divertentissimo gioco teatrale che mescola commedia, cabaret, teatro di narrazione e documento il tutto rigorosamente sottoposto al filtro dell’ironia.

Dal 12 al 15 Marzo 2020

NOTTE DI FOLLIA, Da Nuit d’ivresse di Josiane Balasko, Regia Antonio Zavatteri con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio.

Un incontro inatteso al bar della stazione. Jacques, noto conduttore televisivo, beve per dimenticare e, sotto gli occhi di un barista irriverente, importuna una cliente. Lei, da poco uscita di prigione, non si lascia mettere i piedi in testa. Due persone agli antipodi, sole e accomunate dallo stesso segreto…Tratto da Nuit d’ivresse di Josiane Balasko, attrice e autrice francesce di cinema e teatro fra le più acclamate, Notte di follia è un testo di grande intelligenza e divertimento, che si sposa particolarmente bene con una coppia affiatata come Caprioglio e Tedeschi.

Questa presentazione richiede JavaScript.

TEATRO CIAK

Via Cassia, 692 – 00189 Roma
www.teatrociakroma.it
info@teatrociakroma.it

Per info e prenotazioni 06.33249268

Orario spettacoli

Serali ore 21.00
Pomeridiane ore 17.30

Prezzo biglietti:

Intero € 25,00
Ridotto € 22,00 (under 20, over 65, gruppi 10+ e disabili)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...