Dal 15 al 25 marzo al Teatro Spazio Avirex Tertulliano “Friendzone”

Una ricerca spasmodica sul tempo comico per una commedia densa di Black Humor.

Vittima designata: la generazione dei trenta che pecca in comunicazione umana pure essendo completamente immersa nell’ipercomunicazione social. “Friendzone”, testo finalista al premio Hystrio per le nuove drammaturgie di scena 2016, non è propriamente da tradursi ne “La Zona Amici”, bensì come quella, seppur piccola, tragedia personale del sentirsi dire “Siamo troppo amici per una relazione”. il tema della “Friendzone” per chi non fosse avvezzo a questo termine è quel mare vischioso ed oleoso in cui si naviga nelle relazioni mai sbocciate, mai concretizzatesi e mantenute costantemente in quel limbo, forse voluto forse no, del “Sei l’uomo perfetto, il mio prossimo ragazzo deve essere come te.” Una piccola, ma precisa denuncia verso la modernità dell’iperrelazione Social, costantemente mal interpretabile.

Fra citazionismo del cinema di culto Nerd e cinismo alla sua quint’essenza, il messaggio è semplice e chiaro: spegnere il device elettronico col quale ci si relaziona col mondo, ed uscire a conoscere questo mondo del quale si guardano, senza sosta, video divertenti. La scusa: una relazione che non decolla, con il “Friendzonato” pronto ad un riscatto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...