Il 6 marzo, ore 21, allo Spazio Teatro 89, Milano “Bocche di dama”

In apertura, il déshabillé di una sposa, presa nel da fare dei preparativi delle nozze con l’ansia di rigore placata con una, due, tre… quattro bustine di camomilla e… tranquillante, nella minestra del papà. Poi, la sequela di tutto ciò che era in uso al tempo in cui la narrazione trova ambiente: gli anni Cinquanta Margherita, alla vigilia del suo matrimonio, non riesce a prendere sonno. Mentre aspetta l’alba, i suoi pensieri scivolano in una storia d’amore e di violenza d’altri tempi: la storia tormentata di due adolescenti che per lunghissimo tempo coltivarono il loro legame solo attraverso sguardi da lontano, parole urlate nella notte… fino al giorno in cui decisero di scappare via da tutto.
Su tutto aleggia la mitica figura di un’anziana donna, che custodisce un nastrino colorato e un segreto.
Le bocche di dama sono piccoli dolci a forma di cupola, composti da pasta savoiarda e crema, ricoperti da glassa di zucchero e decorati da una ciliegina rossa. Il dolce è ritenuto simbolo di femminilità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...