Fino al 28 gennaio al Teatro Franco Parenti, Milano “Lacci”

Torna, dopo il “tutto esaurito” dello scorso anno, Lacci, il testo di Starnone diretto da Armando Pugliese con Silvio Orlando che racconta la parabola di un drammatico e rabbioso naufragio familiare. Lui e lei si sono sposati presto, hanno avuto due figli, lui si è trasferito a Roma per insegnare, e a Roma ha conosciuto la libertà di innamorarsi di un’altra, la moglie reagisce, gli mette davanti le responsabilità verso i figli, gli pone in luce i lacci che uniscono l’uomo alla famiglia.

Domenico Starnone ci regala una storia emozionante e fortissima. Lacci è una tragedia contemporanea, mascherata da commedia. «Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre così, con parole definitive, la lettera che Vanda scrive al marito che se n’è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e a domande che non trovano risposta.

Silvio Orlando, uno dei volti più amati del nostro cinema, è interprete di quel dubbio, quel quesito che attanaglia molti di noi: cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo quando torniamo sui nostri passi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...