Il 26 gennaio, ore 21, al Teatro Cantiere Florida, Firenze “Thanks for Hurting me, Kafka un tributo postumo”

Venerdì 26 gennaio alle ore 21, nell’ambito della stagione danza, appoda al Teatro Cantiere Florida a Firenze, Thanks for Hurting me, Kafka un tributo postumo della compagnia Enzo Cosimi. Thanks for hurting me, «Grazie per avermi fatto male» sottotitolo Kafka. Un tributo postumo, è la terza tappa del progetto di Cosimi Sulle passioni dell’anima. Il tema dello spettacolo (che vede in scena tre interpreti che con Cosimi hanno percorso molte tappe del loro affondo nella danza: Paola Lattanzi, Elisabetta Di Terlizzi e la più giovane delle tre, Alice Raffaelli) è il dolore come esperienza emozionale e sensoriale, qualcosa – si legge nel programma di sala «che abbiamo imparato a consumare, senza essere in grado di prendercene cura». Enzo Cosimi, coreografo registaromano, classe 1958, tra i nostri maggiori e più acuti autori contemporanei, è stato coreografo ospite del Teatro Alla Scala di Milano e del Teatro Comunale di Firenze e ha firmato nel tempo con la sua Compagnia produzioni per i più prestigiosi festival e teatri internazionali, collaborando con artisti dell’eccellenza italiana e internazionale, quali Miuccia Prada, Luigi Veronesi, Richie Hawtin, Aldo Tilocca, Louis Bacalov, Aldo Busi, Daniela Dal Cin, Robert Lippok e Fabrizio Plessi con il quale ha creato Sciame, primo lavoro di video danza italiano. Nel 2006 ha firmato la regia e la coreografia della Cerimonia di apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, protagonista l’étoile Roberto Bolle con 250 interpreti. Con la sua Compagnia ha prodotto più di 40 spettacoli, tra cui Sopra di me il diluvio, presentato alla Biennale di Venezia nel 2014 grazie al quale ha ottenuto il Premio Danza&Danza 2014 come Migliore Produzione Italiana dell’Anno e il Premio Tersicore 2015 a Paola Lattanzi come Migliore interprete contemporanea. Nel 2015 debutta Fear party, prima tappa del progetto Sulle passioni dell’anima. Nel 2016 viene presentato, in co-produzione con il Teatro di Roma, la seconda creazione del progetto, Estasi, che indaga il rapporto tra il Desiderio e i suoi aspetti più profondi generati oggi nella società contemporanea. Parallelamente dal 2015 la Compagnia si dedica a creazioni legate all’ambito sociale e politico, creando nel 2015 La bellezza ti stupirà, coinvolgendo nel lavoro un gruppo di homeless. Lo spettacolo è all’interno del Progetto Ode alla bellezza – 3 creazioni sulla diversità. Nel 2016 è stata presentata la seconda tappa, Corpus Hominis, un’indagine sull’omosessualità in età matura in rapporto alla contemporaneità. Le creazioni della Compagnia Enzo Cosimi sono state rappresentate negli anni nei maggiori Teatri e Festival italiani, e portate in tournée in Europa, Stati Uniti, Perù, Australia, India, Giappone. Enzo Cosimi da alcuni anni collabora come coreografo residente alla Scuola Civica Paolo Grassi di Milano. Attraverso percezioni sensoriali, viaggi della mente e visioni oniriche, Thanks for hurting me racconta una nuova concezione del dolore, non più stato da evitare e rifiutare, bensì processo di crescita e purificazione, che ci insegna ad ascoltare noi stessi, rendendo l’uomo più permeabile e aperto ai misteri della vita e del mondo. La drammaturgia del lavoro si serve come complice dell’universo kafkiano attraverso visioni, viaggi della mente necessari per imbastire una scrittura del corpo sincretica dove il dolore insegna ad ascoltare e a trasmettere l’unicità dell’essere umano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...