Fino al 10 dicembre al Teatro Anfitrione con il nuovo spettacolo “Storia di borgata”

Roma e le sue borgate, la tipica ironia, le storie e i volti della sua gente, a spasso tra i vicoli e le bellezze che l’hanno resa immortale. Sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano il nuovo spettacolo di Pietro Romano che, al Teatro Anfitrione dal 22 novembre al 10 dicembre, adatta, dirige e interpreta lo spettacolo “Storia di Borgata”, dall’omonima opera di G. Quinto. Si apre il sipario sull’amaro tema della seconda guerra mondiale in una Roma ferita dalla miseria, dalla questione politica nella fattispecie di valenza internazionale, dall’umiliazione che la drammatica circostanza non risparmia all’essere umano . Eppure la città non si smentisce, con quella sua capacità ironica di canzonare e canzonarsi che domina prepotentemente la scena. Sul palco i sette personaggi emozionano, ma esprimono ed esaltano, insieme al protagonista Checco (interpretato da Pietro Romano), una realtà che tutto lascerebbe immaginare meno l’ilarità. Roma stupisce, ancora una volta e sempre con intrighi e accadimenti perfettamente incastonati nella sapiente ricostruzione scenografica dell’epoca, con bellissimi costumi e la magistrale interpretazione dialettale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...