Fino al 3 dicembre 2017: “L’uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello

I tre personaggi che Siravo si presterà a giocarne la tragedia hanno una cosa in comune: la follia che ognuno di loro sceglie ed affronta con percorsi e patologie diverse. All’avvocato, o professore de “La cariola” nasce una “atroce afa della vita” che gli rende insopportabile l’esistenza quotidiana sinora condotta.

Il re ovvero Enrico IV, del quale mai ci viene svelato il nome, quasi a fissarlo nella sua identità fittizia, è vittima, non solo della follia prima vera e poi simulata, ma dell’impossibilità di adeguarsi ad una realtà che non gli piace, essendo ormai stritolato dal ruolo fisso del pazzo. L’uomo dal fiore in bocca, invece, è un condannato a morire, follia della vita, e per questo medita sull’esistenza con urgenza appassionata.

E’ uno come tanti, che vive una vita convenzionale senza porsi il problema della notte. E’ per assurdo il contrario dei due personaggi del Re e dell’ Avvocato. Farà da scena una magica notte stellata che cambierà umore e clima seguendo con amara ironia le ossessioni delle tre maschere pirandelliane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...