Fino al 30 Gennaio 2018 a Roma al Dorothy Circus Gallery “PAGES FROM MIND TRAVELLERS’ DIARIES”

“PAGES FROM MIND TRAVELLERS DIARIES” è il nome del Group Show che celebra il Decimo Anniversario della Dorothy Circus Gallery, un titolo che rispecchia la coerente identità e ideologia della Dorothy Circus.

Tutto ha inizio nel 2007 con l’idea di un viaggio intorno alle più remote strade del pop surrealismo, un viaggio colmo di sorprese e incontri significativi che hanno modellato l’identità della Galleria che in dieci anni ha portato sulla scena italiana più di 60 mostre tra personali e group shows e mostre istituzionali. Oggi, la Dorothy Circus vuole continuare ad esplorare, vagando come un circo, innalzando le sue tende ancora una volta ad un nuovo pubblico, per collezionare nuovi essenziali racconti per il suo diario di viaggio.

Il doppio Group Show, nell’autentico spirito del Journey, con opere inedite realizzate sul tema, rappresenta un modo di celebrare i traguardi della galleria e di annunciare il suo fantastico itinerario.
Con l’ambizione di condividere la sua identità e quella dei suoi artisti in tutto il mondo, e al tempo stesso assorbendo nuovi contesti culturali, la Galleria ha intrapreso lo scorso 12 Ottobre il suo viaggio intorno all’Europa atterrando in una nuova capitale: Londra.
Oggi per celebrare il forte legame con la sede italiana dedica, in esclusiva al suo pubblico Romano, un’ampia e ricercata esposizione che verrà presentata come un secondo capitolo di PAGES FROM MIND TRAVELLERS DIARIES, mostra di inaugurazione della sede londinese, che porterà in scena 24 artisti internazionali tra i più talentuosi e originali del panorama del figurativo contemporaneo. Tra gli artisti in mostra spiccano nomi celebri quali Miss Van, Gary Baseman, Sas Christian, Kris Lewis, accanto alle new entry Millo, Greg Craola Simkins, Amandine Urruty. Negli ultimi anni, anticipando le tendenze del mercato dell’arte mondiale, la Dorothy Circus Gallery ha giocato un importante ruolo presentando alcuni dei più promettenti artisti giapponesi quali Hikari Shimoda, Fuco Ueda, Naoto Hattori, Kazuki Takamatsu, Atzuko Goto, Ozabu. La scena artistica giapponese ha infatti influenzato e trasformato il panorama dell’arte contemporanea, attraverso la combinazione della sua affascinante tradizione artistica e culturale, e della rifinita e meticolosa ricerca di uno stile innovativo, sempre proiettato ad una tecnica estrema e al virtuosismo rivolto ad una profonda analisi dei temi sociali. In occasione del Capitolo II di Pages From Mind Travellers Diaries verrà presentato l’omonimo catalogo che racchiude tutte le opere della collezione creata sia dagli artisti in mostra nella sede di Londra sia dagli artisti in mostra nella sede di Roma. Fra questi non mancano le affascinanti recenti scoperte della Dorothy Circus Gallery tra cui il brasiliano Rafael Silveira, l’iraniana Afarin Sajedi, la coreana Kwon Kyungyup e molti altri viaggiatori del misterioso mondo della mente visionaria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...